Cos’è la BIA

Bioimpedenziometria

Cos’è la Bioimpedenziometria (bia) – il dietista Emilio Chininea a Reggio Calabria

L’esame bioimpedenziometrico (BIA) è un esame non invasivo che valuta lo stato di nutrizione e la composizione corporea.
Per poter conoscere da cosa è composto un organismo (grasso, muscolo, acqua, ecc.) ci si può avvalere per l’appunto della bioimpedenziometria che permette, attraverso un dispositivo chiamato bioimpedenziometro, di far passare mediante un paio di cavetti ed elettrodi della corrente elettrica (a bassa frequenza) attraverso i tessuti.

Per capire cos’è la bioimpedenziometria bisogna partire dalla conducibilità elettrica dei nostri tessuti. Alcuni ricchi d’acqua come il tessuto muscolare sono in grado di condurre benissimo la corrente. Altri, come il grasso e le ossa, sono cattivi conduttori. Sulla base di questo principio e sulla variabilità individuale, l’apparecchio determina una resistenza, una reattanza e un angolo di fase così da elaborare delle stime.

Stime attraverso le quali possiamo avere un quadro abbastanza completo sullo stato nutrizionale e sullo stato di idratazione del soggetto. Importantissimo quando si valutano soggetti che seguono una dieta per dimagrire, affetti da determinate patologie o di soggetti sportivi.

Attualmente è usato anche come criterio di ammissione per i concorsi nella forze armate (guardia di finanza, polizia, carabinieri, vigili del fuoco, ecc.).

Come si esegue

Nonostante siano presenti sul mercato centinaia di tipologie di bilance, per eseguire correttamente l’esame il soggetto deve essere in posizione supina, quindi sdraiata su un lettino, con gambe leggermente divaricate e braccia distanziate dal corpo. Dopodiché si applicano degli elettrodi in posizioni precise sul dorso della mano e del piede e in pochi secondi, con un passaggio di corrente a bassa frequenza, la BIA fornisce i risultati.

Il soggetto non si accorgerà di nulla e in nessun caso è controindicato eseguire questo test. Le donne in gravidanza, i bambini, i portatori di pacemaker, i pazienti in chemio, possono tranquillamente effettuare il test.

Cosa permette di valutare

La bioimpedenziometria corporea, a differenza della plicometria che può valutare solo massa grassa e massa magra, permette di conoscere alcuni compartimenti e parametri molto importanti

  • Acqua corporea totale (TBW)
  • Acqua intracellulare (ICW)
  • Acqua extracellulare (ECW)
  • Massa magra (FFM)
  • Massa grassa (FM)
  • Massa metabolicamente attiva (BCM)
  • Massa extracellulare (ECM)

 

Attraverso tutti questi parametri si è in grado di avere una valutazione completa di un soggetto e quindi di personalizzare ancora di più un piano alimentare.
Prenotando un appuntamento nel mio studio a Reggio Calabria è possibile effettuare un test bioimpedenziometrico per conoscere la propria composizione corporea oppure prenotare una visita nutrizionale all’interno della quale è previsto questo tipo di esame.

Fammi sapere come posso aiutarti
In quale di queste categorie ti identifichi?
In cosa posso aiutarti?
Come vuoi che ti segua?
Hai richieste particolari o vuoi raccontarmi altro di te?
Abbiamo finito: completa il form con i tuoi contatti.
Nome*
Cognome*
Indirizzo email*
Contatto telefonico
Fammi sapere come posso aiutarti

L'esperienza dei miei pazienti è il mio miglior biglietto da visita!

In cosa posso aiutarti?

Affidati alle mie consulenze costruite su misura sulle tue necessità

Piani dietetici personalizzati

Un dettagliato piano dietetico,in base alle necessità, ti permetterà di ottenere i risultati desiderati migliorando il tuo stato di salute e senza avere attacchi di fame.

Consulenza nutrizionale

Richiedere una consulenza nutrizionale è il primo passo per cambiare il tuo modo di mangiare. Scopri in che modo posso aiutarti.