Dieta per allergia al nichel utile e pratica

Dieta per allergia al nichel

Dieta per allergia al nichel utile e pratica consigliata dal Dietista Emilio Chininea a Reggio Calabria

Il nichel è un metallo che si trova naturalmente in alcuni alimenti, non è nocivo e anzi ha un ruolo importante nell’organismo. Detto questo, spesso il nichel si trova negli alimenti perché essi risultano contaminati, ad esempio dal terreno nel quale sono coltivati e dagli utensili e macchinari utilizzati nella produzione.

Questa sostanza non è dannosa nella gran parte delle persone, ma in molti casi rappresenta un problema.

Nelle persone più predisposte, questo metallo provoca una vera e propria allergia al nichel ed è necessaria un’esclusione degli alimenti che ne contengono quantità considerevoli.

In molti soggetti invece l’allergia si manifesta più con i tratti di un’intolleranza al nichel, provocando semplicemente dei fastidi gastrointestinali.

Non esiste al momento una terapia alimentare diversa dall’esclusione di questo elemento dalla dieta. 

Allergia al nichel cosa non mangiare

Bisogna fare due premesse importanti: non tutte le persone reagiscono allo stesso modo, quindi la tolleranza ad un alimento può essere diversa tra due soggetti diversi. Inoltre uno stesso alimento contiene una quantità di nichel variabile, non sempre uguale.

Purtroppo i cibi da escludere in una dieta priva di nichel sono tanti, ad esempio i cereali integrali, i legumi, il cacao, la frutta secca, alcune verdure e alcuni frutti, ecc. Solitamente di questi cibi bastano anche piccole quantità per provocare i sintomi tipici dell’allergia al nichel.

È bene quindi provvedere ad una esclusione di questi alimenti che contengono generalmente alte quantità.

I consigli che darò in queste righe sono identici per chi è intollerante. Anche in una dieta per intolleranza al nichel la terapia dietetica prevede l’esclusione degli alimenti contenenti questo elemento.

La dieta per allergia al nichel quindi, al netto dell’esclusione di questi cibi, non è particolare e i princìpi alimentari rimangono gli stessi per qualsiasi altro soggetto che segue una dieta per dimagrire.

È consigliabile fare una buona colazione con yogurt, fette biscottate (non integrali) o frutta (ad eccezione di kiwi e uva). A pranzo si può mangiare tranquillamente la pasta e il riso (sempre non integrali), un secondo di carne o pesce (evitare i crostacei) e un contorno di verdure (ad eccezione di asparagi, spinaci e biete).

Si può cenare con delle uova e un contorno di patate, aggiungendo delle verdure tra quelle consentite (es. zucca, cetrioli, zucchine).

In una dieta per allergici al nichel può essere utile integrare delle fibre alimentari, vista la limitazione nell’uso di cereali integrali e di alcune verdure, anche per favorire una regolarità intestinale.

Nel mio studio a Reggio Calabria elaboro, tra gli altri, piani alimentari per chi è allergico o intollerante al nichel. La buona riuscita di un percorso nutrizionale in chi soffre di questo disturbo dipende anche da una corretta valutazione della composizione corporea che va sempre monitorata.

Fammi sapere come posso aiutarti
In quale di queste categorie ti identifichi?
In cosa posso aiutarti?
Come vuoi che ti segua?
Hai richieste particolari o vuoi raccontarmi altro di te?
Abbiamo finito: completa il form con i tuoi contatti.
Nome*
Cognome*
Indirizzo email*
Contatto telefonico
Fammi sapere come posso aiutarti

L'esperienza dei miei pazienti è il mio miglior biglietto da visita!

In cosa posso aiutarti?

Affidati alle mie consulenze costruite su misura sulle tue necessità

Piani dietetici personalizzati

Un dettagliato piano dietetico,in base alle necessità, ti permetterà di ottenere i risultati desiderati migliorando il tuo stato di salute e senza avere attacchi di fame.

Consulenza nutrizionale

Richiedere una consulenza nutrizionale è il primo passo per cambiare il tuo modo di mangiare. Scopri in che modo posso aiutarti.