Dieta per allergici alle graminacee e ai pollini

Dieta per allergici

Dieta per allergici alle graminacee e ai pollini a Reggio Calabria con il dietista Emilio Chininea

 

Una allergia è una reazione avversa a seguito dell’introduzione di un allergene, ovvero delle sostanze che non vengono riconosciute dal nostro sistema immunitario scatenandone la reazione. 

Esistono tanti tipi di allergie, ma rimanendo nell’ambito alimentare ci sono alcuni cibi che sono più allergenici di altri. Tra questi rientrano sicuramente la frutta secca, le fragole, uova, crostacei, soia, ma il ventaglio di alimenti potrebbe essere più ampio.

 

Allergia e cibi da evitare

Chi è allergico ad uno o più alimenti deve fare solo una cosa: escludere dall’alimentazione il cibo che causa allergia. Non solo evitando di assumerlo, ma anche escludendo un possibile contatto in tracce. 

Per questo motivo, per legge, le etichette riportano spesso una dicitura “Può contenere tracce di”. Anche una minima quantità può scatenare una reazione allergica, pertanto bisogna fare attenzione a queste diciture nei cibi confezionati.

 

Allergie e alimentazione

L’alimentazione per chi è allergico a una o più sostanze deve rimanere la stessa una volta escluso l’alimento responsabile. Però in casi in cui gli alimenti da escludere sono parecchi si dovrebbe bilanciare l’alimentazione con una dieta per allergia alimentare.

Il rischio in questi casi è che escludendo alcuni cibi si possano instaurare dei deficit nutrizionali.

 

Dieta per allergici alle graminacee

L’allergia alle graminacee (specie vegetali molto diffuse comprendenti anche orzo, segale, avena, mais, riso) è molto diffusa. In genere è provocata dall’inalazione di allergeni presenti in queste piante, ma non va sottovalutata anche l’introduzione con gli alimenti. Chi è allergico alle graminacee può essere sensibile ad altri alimenti (allergie crociate) come kiwi, anguria, pesca, prugna, agrumi, melone, albicocca, ciliegia, mandorla, pomodoro.

C’è da dire però che nella gran parte dei casi chi è allergico alle graminacee può tranquillamente mangiare questi cibi, quindi prima di optare per una dieta ad eliminazione dei suddetti cibi è più opportuno consultare un allergologo. 

 

Dieta per allergici ai pollini

In caso di allergia al polline, dal punto di vista alimentare possono sussistere delle allergie cosiddette crociate. Il polline in sè causa reazioni solo se inalato, ma alcuni alimenti (in genere vegetali quali frutta e verdura) possono essere collegati alla pianta che in genere provoca allergia.

Anche in questo caso, è opportuno eseguire dei test che permettono di diagnosticare una reale allergia ad uno specifico alimento prima di escludere interi gruppi alimentari.

 

Le diete per allergie, come accennato, prevedono l’esclusione dell’alimento, o degli alimenti incriminati. Pertanto sono vere e proprie diete ad eliminazione che è opportuno elaborare previa diagnosi medica. 

Nel mio studio a Reggio Calabria, oltre a questo tipo di diete, elaboro anche piani alimentari per dimagrire (dieta per dimagrire), per specifiche patologie (es. dieta per diabete) e per sportiv

Fammi sapere come posso aiutarti
In quale di queste categorie ti identifichi?
In cosa posso aiutarti?
Come vuoi che ti segua?
Hai richieste particolari o vuoi raccontarmi altro di te?
Abbiamo finito: completa il form con i tuoi contatti.
Nome*
Cognome*
Indirizzo email*
Contatto telefonico
Fammi sapere come posso aiutarti

L'esperienza dei miei pazienti è il mio miglior biglietto da visita!

In cosa posso aiutarti?

Affidati alle mie consulenze costruite su misura sulle tue necessità

Piani dietetici personalizzati

Un dettagliato piano dietetico,in base alle necessità, ti permetterà di ottenere i risultati desiderati migliorando il tuo stato di salute e senza avere attacchi di fame.

Consulenza nutrizionale

Richiedere una consulenza nutrizionale è il primo passo per cambiare il tuo modo di mangiare. Scopri in che modo posso aiutarti.