Cioccolato fondente o al latte: quale scegliere?

Emilio Chininea
Emilio Chininea
LinkedIn
Facebook
WhatsApp

Tabella dei Contenuti

La risposta non è così scontata come sembra. Analizziamo le etichette di entrambi per capire che cioccolato fondente e al latte possono essere simili o molto diversi.

Molti sostengono che il cioccolato fondente sia il vero cioccolato. Molti altri se ne fregano e preferiscono quello al latte perché più buono. Ma quale è di migliore qualità? E soprattutto, gusti a parte, è vero che il fondente è più dietetico mentre quello al latte è pieno di grassi e zuccheri?

Se stai leggendo questo articolo probabilmente non ti interessa tanto il gusto, ma la qualità nutrizionale.
Anche perché ci sono vari fattori che incidono sulla qualità di un prodotto e tra queste non c’è di certo il nome.

Entrambi (fondente e al latte) sono composti da cacao e zucchero, in quantità variabili, con la differenza che ovviamente il cioccolato al latte contiene tra gli ingredienti latte (o derivati di esso) e pertanto non è adatto agli intolleranti al lattosio.

Trattandosi di un dolce, in entrambi i casi, lo zucchero è sempre presente in quantità variabili. Per legge il cioccolato deve contenere almeno l’1% di zucchero, pertanto anche il più amaro di tutti (ad esempio il fondente al 99%) ne contiene.

La percentuale di cacao

La percentuale di cacao riportata spesso a caratteri cubitali in etichetta può essere un buon modo di valutare un prodotto. Maggiore è la quantità di cacao, minore è la quantità di zucchero e viceversa.

Quello che vedete in foto è il confronto tra un fondente (al 52%) e un cioccolato al latte qualsiasi. La quantità di zucchero è più o meno la stessa.

Eppure probabilmente avresti scelto il cioccolato fondente, pensando di fare bene. Vero? 🙂


In questo confronto invece puoi notare come tre tipologie diverse di cioccolato fondente abbiano quantità di zucchero totalmente differenti.

Il punto quindi non è tanto se al latte o fondente, quanto la quantità di zucchero presente.

Ricorda: meno cacao, più zucchero. Più cacao, meno zucchero.

Cosa fare quindi?

Leggere sempre la percentuale di cacao presente sulla confezione. Più è alta, meglio è.

Un buon cioccolato fondente dovrebbe avere almeno il 70% di cacao. A quel punto sì che il fondente sarebbe di qualità migliore. 

Pasta di cacao e burro di cacao

Per essere ancora più pignoli nella scelta non basta basarsi solo sulla percentuale di cacao, anche perché questa comprende sia la pasta di cacao che il burro di cacao.

La pasta di cacao è l’ingrediente principe del cioccolato e dovrebbe essere sempre posto come primo nella lista. Mentre il burro di cacao è una sostanza che viene usata in percentuali piuttosto variabili per rendere il prodotto più scioglievole in bocca. Se avessimo il burro di cacao come primo ingrediente avremmo un cioccolato di scarsa qualità.

Inoltre il cioccolato potrebbe contenere altri ingredienti (come il latte o derivati nel caso del cioccolato al latte), lecitine come emulsionanti, grassi vegetali e chi più ne ha più ne metta. Come per tutti i prodotti meno ingredienti ci sono in un alimento meglio è.

Scegli un cioccolato di qualità e mangialo senza sensi di colpa. Tieni presente che si tratta sempre di un prodotto che va mangiato con moderazione, come tutto del resto.

Una volta capito e applicato questo concetto avrai trovato la strada per la salute.

Bibliografia

www.alimentazioneinequilibrio.com/il-cioccolato-di-qualita-parte-ii-etichetta-e-ingredienti/

Emilio Chininea
Emilio Chininea
Il dott. Emilio Chininea è un nutrizionista, specializzato Scienze dell'Alimentazione. Si occupa di portare benessere attraverso il cibo a chi sceglie di seguire il suo metodo: BenessereTotale.
Fammi sapere come posso aiutarti
In quale di queste categorie ti identifichi?
In cosa posso aiutarti?
Come vuoi che ti segua?
Hai richieste particolari o vuoi raccontarmi altro di te?
Abbiamo finito: completa il form con i tuoi contatti.
Nome*
Cognome*
Indirizzo email*
Contatto telefonico
Fammi sapere come posso aiutarti

Ti potrebbero interessare

Da oltre 10 anni aiuto le persone a raggiungere i propri obiettivi seguendo una corretta alimentazione.

Conosciamoci meglio, dimmi chi sei:
Fammi sapere come posso aiutarti
In quale di queste categorie ti identifichi?
In cosa posso aiutarti?
Come vuoi che ti segua?
Hai richieste particolari o vuoi raccontarmi altro di te?
Abbiamo finito: completa il form con i tuoi contatti.
Nome*
Cognome*
Indirizzo email*
Contatto telefonico